Storia della Scuola Gestalt di Torino – Counseling

La Scuola Gestalt di Torino comincia le proprie attività nel 1981 e, nel corso degli anni, evolve in un centro multidisciplinare attivo a livello internazionale.

Il nostro staff è composto da professionisti della Gestalt che operano da trent’anni nel campo della psicologia, della psicoterapia e del counseling.

Nel 2000 fra i molti progetti formativi della IBTG – Scuola Gestalt di Torino (IBTG-SGT) nasce il Corso di Formazione in Gestalt Counseling (riconosciuto dalla Società Italiana di Counseling – S.I.Co.) a fianco del già esistente Corso di Psicoterapia (Riconoscimento dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Con D.M. 29.1.02 G.U. n°42 19.2.02).

Per molti anni i corsi di counseling e di psicoterapia si sviluppano in parallelo. Nel 2017 i corsi di Counseling si incrementano ulteriormente a Borgomanero (NO) e si svolgeranno presso l’Associazione Scuola Gestalt Borgomanero (SGB).

Nel 2018 si decide di creare una nuova associazione per i corsi di Counseling, denominata Scuola Gestalt di Torino – Counseling. Le due Scuole continuano a collaborare all’interno della IBTG – Scuola Gestalt di Torino e continuano a condividere la sede, le metodologie, gli intenti e la stessa segretaria amministrativa.
I/le nostri/e Counselor hanno studiato e continuano a sviluppare un modello teorico e pratico di intervento di Gestalt Counseling, applicando questa metodologia a temi specifici quali la comunicazione a tutti i livelli relazionali e la gestione delle difficoltà emergenti da una situazione di crisi. Sappiamo per esperienza che, quando qualcosa di destabilizzante accade, nella vita della persona può essere coinvolta la sfera personale, quella professionale, della salute o il tessuto relazionale-sociale nel suo insieme; le incertezze esistenziali si intrecciano spesso bloccando le personali capacità e risorse creative di risposta.

Focus principale del nostro approccio è l’analisi dell’efficacia del contatto con l’ambiente circostante, nonché lo sviluppo delle capacità personali atte ad accogliere gli eventi imprevisti per trovare nuove soluzioni creative. Crediamo che, affinché un processo di trasformazione risulti fertile e progettuale, sia necessario che la persona assuma la completa consapevolezza e responsabilità circa le proprie scelte e azioni.